iRetard day 2

Raph: Ricordo ai lettori che oggi è una delle date sacre in cui la tribù degli Apple-Fan esce dalle proprie capanne di fango (anche perché la maggior parte son diventati poveri comprando i giocattoli Apple) per andare nei santuari a compiere l’antico rito del “Ritardo di massa”.

Per chi non avesse mai potuto osservare uno di questi riti, compiuti in concomitanza con il lancio di un nuovo giocattolo da parte del Dio Manitù-Jobs, prevedono un raduno ed una veglia di fronte ai monoliti sacri alla mela, di fronte a cui i fanatici adoranti si radunano ripetendo i sacri mantra della loro primitiva religione pagana.

A suon di “La potenza Hardware non conta”, “iOS è innovativo”, “Le interfacce Apple valgono il 50% di sovraprezzo”, i fanatici passano l’intera notte, scambiandosi vincendevolmente fluidi corporali. Ricordiamo infatti che tutti i praticanti sono strettamente omosessuali e malvestiti.

Al momento fatidico, i sacerdoti vestiti di blu escono dalla cripta portando in dono il nuovo feticcio del Dio a cui i fanatici dovranno sacrificare le proprie ricchezze terrene in cambio di… una nuova illusione.